AND THE WINNER IS….INTERNET!

Ironia della sorte in questo blog non volevo parlare di Internet – volevo solo “sfruttare” Internet come straordinario mezzo di comunicazione e avere il mio spazio per raccontare i miei pensieri, le mie sensazioni, le mie emozioni…drops of me, appunto. Internet è il mio lavoro, questo vuole essere uno spazio senza attinenza con il lavoro: una sorta di “ora d’aria”.

Ma il caso ha voluto che lo inaugurassi proprio mentre sono al Venture Barcamp e MinibarCamp: quindi sono circondata dai più famosi blogger d’Italia (Wolly, Stefano Vitta, Marco Zamperini (aka Funky Professor) … e io sono al mio primo post: oddio mi sento Davide contro Golia) e si sta parlando di web 2.0, start up, community, social network…quindi per forza di cose Internet sarà l’argomento di questo post. E di nuovo è lui protagonista! E’ quasi una forza sovrumana che si impossessa di ogni spazio!

L’obiettivo di questo incontro Venture Barcamp e MinibarCamp è di dare vita in Italia ad un nuovo movimento di promozione della cultura tecnologica del web 2.0. Soprattutto vuole essere l’occasione in cui nuove società, nate sulla rete, che operano in rete e che vogliono fare business attraverso la rete incontrano investitori, venture capitalist, business angel che li possano aiutare ad avviare la loro attività (oltre ad offrire opportunità di networking con ricercatori, esperti, giornalisti, professionisti etc). Più volte con diversi amici abbiamo constatato quanto sia difficile in Italia far nascere e crescere nuove realtà imprenditoriali: nel nostro paese si fa fatica a replicare un modello come quello americano dove una persona, un gruppo di soci hanno un’idea, la presentano ad una società, se è buona e promette bene ottengono dei finanziamenti e danno vita al progetto. O meglio si può fare ma facendo enormi sforzi e con le giuste conoscenze ed entrature etc etc. Proprio recentemente ho avuto modo di scoprire che in Italia, rispetto ad altre nazioni europee, annualmente nascono pochi siti/blog/progetti online (ovviamente parlando di siti & Co. con contenuti interessanti, utili e rilevanti per gli utenti) e molti di quelli che nascono sono creati a livello amatoriale. Gente che crea uno spazio in rete “on top” a tutto il resto. Molti sono progetti interessanti e che potrebbero avere anche un futuro ma non c’è nessuno che li possa finanziare oppure chi li crea non sa da chi andare a presentare il progetto.

Il Venture Barcamp di oggi vuole dare l’opportunità a 10 start-up italiane di presentarsi (ogni società ha a disposizione 6 minuti per presentarsi al pubblico), di incontrare e conoscere potenziali finanziatori o almeno creare una “connection”. E poi, come si suol dire, se son rose…fioriranno. Queste le aziende:
The Blog TV

Reeplay

IsayBlog

Bootb

Myrl

LivePetition

Blogmeter

Zooppa

Dixero

Kiara

C’è fermento, interesse, voglia di fare, entusiasmo e soprattutto tantissima gente: è una bella immagine che infonde ottimismo e fiducia e che spero possa spazzare via il “vecchiume” che continua a circondarci e che trasuda da titoli come “Alitalia, perso un milione al giorno” o “Informatizzazione della burocrazia: uno spreco di quasi 6 miliardi”. Basta! C’è veramente del “nuovo che avanza” e avanza anche in Italia e Internet è stata la miccia che ha scatenato questa nuova generazione di nuovi imprenditori e forse nemmeno l’immobilismo che contraddistingue la politica nazionale può fermare.

Fine: prossimo post…tacchi a spillo, cani e animali da compagnia, come rimorchiare ad una festa, prossimo viaggio, ultimo film visto…etc etc etc – Internet non mi avrai…forse:-\!

P.S. Questo blog nasce oggi grazie all’aiuto di Marco che ho tenuto in piedi fino a notte fonda per crearlo (scegli il nome, scrivi about you etc…). Grazie! Un grazie anche a due amici che ho coinvolto per aiutarmi nella scelta del nome: Mario e Nicoletta. Putroppo si erano espressi a favore di un nome che era già “posseduto” 🙂 (nel senso che qualcun altro se ne era già impossessato). Domanda per Marco: ma succederà tutte le volte che scrivo qualcosa, poi lo lascio lì a sedare e poi lo riprendo e mi chiedo “che cavolo hai scritto Claudia”? Mi vedo male…

Annunci

7 commenti

Archiviato in Internet, Varie

7 risposte a “AND THE WINNER IS….INTERNET!

  1. Ernesto

    …stai serena, Cla!
    Il tuo blog nasce sotto una buona stella.
    Non limitarci alle “gocce di te”, tiraci pure le secchiate 🙂

    PS: il “che cavolo hai scritto Claudia” è il risultato del tuo “spaced learning”. E’ una cosa buona. Se ti turba, non rileggere, fai leggere noi, ma non ti “autocensurare”. Tu almeno hai finalmente avuto il coraggio di uscire per la tua “ora d’aria”.

  2. Ma no… basta postare, ma soprattuto leggere molti feed 🙂

  3. Miciotech

    altro che ora d’aria…ho letto tutto di un fiato e senza prendere respiro…e sai che ti dico…sto riflettendo sul tuo pensiero da almeno 5 minuti…c’hai preso, anzi mi hai preso…

  4. Legal-M

    Uno strabiliante stream of consciousness da imbarazzare il più arrogante dei Joyce.
    Lascia andare i pensieri come hai fatto qui e dai voce a questa nuova comunità di gente che si è stufata di associare il Belpaese ad Alitalia. Noi ti seguiamo, Brava!

  5. Achmed

    …quando pensi di aver visto di tutto nella vita…

    :):)

    auguri Claudiù

  6. Alberto

    E oltre a tacchi a spillo, come rimorchiare, ecc, di gatti non ne vogliamo parlare Claudia? 🙂

    Complimenti, il blog è molto bello e il primo post azzeccatissimo…

    Ciao,
    Alberto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...